Sgravi fiscali – Credito d’imposta 2020

General Vending - Il successo dei nostri risultati non è casuale

Sgravi fiscali – Credito d’imposta 2020

Da quest’anno cambiano le agevolazioni per gli investimenti in beni strumentali. Al posto di super e iper-ammortamento, viene introdotto un nuovo credito d’imposta riservato alle imprese che effettuano investimenti in beni strumentali nuovi, destinati a strutture produttive ubicate nel territorio dello Stato, nel periodo compreso tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2020 ovvero fino al 30 giugno 2021 a condizione che, entro il 31 dicembre 2020, il relativo ordine risulti accettato dal venditore e siano stati pagati acconti per almeno il 20% del costo di acquisizione.

Il credito può essere utilizzato sia da imprese sia da professionisti per acquistare beni utili alla propria attività e spetta in misura diversa in base al tipo di investimento effettuato.

L’iper-ammortamento viene sostituito da un credito d’imposta pari al:

  • 20% del costo di acquisto per gli investimenti effettuati che vanno oltre i 2,5 milioni di euro;
  • 40% del costo di acquisto per gli investimenti che arrivano fino a 2,5 milioni di euro.

In entrambi i casi, il limite massimo di spesa è pari a 10 milioni di euro. Oltre questa soglia non si ha diritto al  credito.

Per gli investimenti immateriali è possibile usufruire di un credito d’imposta pari al 15% del costo sostenuto per l’acquisto fino ad un limite di spesa massimo di 700.000 euro.

Il super-ammortamento invece, viene sostituito da un credito d’imposta pari al 6% del costo di acquisto nel limite massimo dei costi ammissibili pari a 2 milioni di euro.

Il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione, in cinque quote annuali di pari importo, ridotte a tre per gli investimenti in beni immateriali.

La fruizione può avvenire a decorrere:

  • dall’anno successivo a quello di entrata in funzione dei beni, per gli investimenti in beni diversi da quelli “Industria 4.0”
  • dall’anno successivo a quello dell’avvenuta interconnessione dei beni al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura, per gli investimenti in beni “Industria 4.0”.

Il credito d’imposta rappresenta uno sconto che va ad abbassare o addirittura ad azzerare l’eventuale tassa da pagare.  L’abbattimento del carico fiscale dipende molto anche da come viene pianificata la fiscalità dell’impresa e, molto spesso, queste agevolazioni rappresentano dei validi strumenti per ridurre il peso delle tasse ed investire nella crescita del proprio business.